top of page

La batteria auto nuova che hai appena acquistato potrebbe essere già molto vecchia.

Aggiornamento: 21 feb 2022

Di quale prodotto, al momento dell'acquisto, ti sei chiesto quale fosse la sua data di fabbricazione e le sue condizioni di stoccaggio? Forse nessuno. Quando facciamo un acquisto presso un commerciante sapere che il prodotto è nuovo ed è coperto dalla garanzia legale basta a spingerci ad aprire il portafogli e pagare senza porci troppe domande, è normale.


Normale fino a quando iniziamo a parlare di batterie auto.


Devi portare l'attenzione sul fatto che queste iniziano letteralmente a funzionare nel momento in cui vengono costruite all'interno dell'impianto di fabbricazione. Un tempo le batterie si distribuivano vuote, "a secco" e venivano poi attivate al momento della vendita riempiendole con l'acido solforico insieme all'acqua distillata necessari a dar via alla reazione chimica che produceva energia.


Per motivi ambientali e di sicurezza, le batterie a secco non vengono più commercializzate per il largo consumo ma solo per specifici settori o particolari esigenze, tu automobilista sei quindi costretto ad acquistarle già sigillate, proprio come le vedi sugli scaffali dei centri commerciali, autoricambi etc. etc.. L'acido viene inserito nel cassetto nell'impianto di produzione, le piastre si attivano e cosi comincia a funzionare producendo corrente.


Una batteria auto che viene venduta per nuova, non è per forza nuova, come siamo abituati a pensare con la maggior parte dei prodotti che acquistiamo.


Non è impossibile, anzi è molto probabile, acquistare una batteria che ha sulle sue spalle già un intero anno di magazzino, quindi di funzionamento, con valori di corrente in uscita dimezzati rispetto a quelli dichiarati sull'etichetta a causa del lungo periodo in assenza di cicli di ricarica. Il processo distributivo di questo ricambio è molto importante, e determina in larga parte la resa di esso.


Il Salvagente, Leader nei test di laboratorio contro le truffe ai consumatori, in questo articolo



riporta un test effettuato sulle batterie in vendita in centri commerciali e vari distributori tipo ferramenta, proprio la dove a causa di ampi stock di prodotti utili anche ad abbassare il prezzo al consumatore finale, queste restano più a lungo nei magazzini e sugli scaffali, ecco i risultati che puoi approfondire visitando la pagina linkata:


IL VERDETTO
Dall’analisi complessiva del test (che non ha un valore statistico, ma segnala lo stato in cui un consumatore normale può trovare le batterie auto) su 36 batterie analizzate 17 sono sono risultate poco affidabili: 9 sono state classificate come da ricaricare, 3 da evitare e 5 letteralmente da buttare.

Una batteria sigillata dovrebbe essere installata entro 15 mesi dalla data di produzione. Inoltre, la tensione misurata non deve essere inferiore a 12,2V, valore al di sotto del quale può cominciare il fenomeno di solfatazione che danneggia la batteria irrimediabilmente. Se la tensione scende sotto i 12,4V a causa di un lungo periodo di stoccaggio, le batterie devono essere ricaricate. Prima della vendita è consentito un massimo di due ricariche, e il prodotto non dovrebbe essere venduto oltre un periodo massimo di 9 mesi dalla ricarica raccomandata”


Ma questo può accadere solo a te automobilista, che da utente finale, non esperto del settore che vai ad acquistare una batteria per la tua macchina che non parte più? No.


Infatti di ricevere batterie nuove ma vecchie capita anche a noi, professionisti che le montiamo di mestiere, abbiamo anche realizzato un video dimostrativo con test alla mano:




Noi abbiamo gli strumenti e l'esperienza per poter riconoscere una batteria veramente valida da una che ha perso già diversi punti percentuali di efficienza ancora prima di essere montata, ma tu? Chi fa questi controlli per te? Il centro commerciale forse? Dubitiamo. Fare la corsa al prezzo più basso quando si acquista una batteria non è l'opzione migliore se per te l'affidabilità è importante, prima di lamentarci che le batterie non durano più come una volta, dobbiamo chiederci come le abbiamo acquistate.


Autofficina Di Bono Alberto - Meccanico e Gommista a Fiuggi

Instagram: https://www.instagram.com/adb.auto/ Facebook: https://www.facebook.com/dibonoalberto

3.609 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page